Mantova Innocenter - PromoImpresa-Borsa Merci

Menù di navigazione rapido

Logo di PromoImpresa
 

Mantova Innocenter

Mantova InnoCenter e Network delle Competenze: laureati per l’innovazione

 

Premessa
Sviluppata dal 2013 dalla Fondazione Università di Mantova (FUM) in veste di soggetto promotore e attuatore, l’azione Mantova Innocenter – MAIN è nata al fine di costituire in seno alla FUM un punto innovazione che facilitasse processi di trasferimento di conoscenza tra il mondo universitario e le imprese.
Insieme con Camera di commercio e Confindustria Mantova, la Fondazione Università di Mantova promuove, in partenariato con il Politecnico di Milano - Polo territoriale di Mantova, attività capillari di animazione territoriale sul tema dell’innovazione, agevolando la partecipazione delle imprese supportandole nelle fasi di validazione del progetto di innovazione e, se economicamente sostenibile, nella fase di realizzazione dell’intervento.

Co-attori di progetto
Il progetto è stato proposto a Fondazione Cariverona da Fondazione Università di Mantova, capofila dell’iniziativa, che si avvale del supporto operativo di Mantova Innocenter (MAIN). La partnership comprende Camera di commercio di Mantova, che opera attraverso la propria azienda speciale PromoImpresa–Borsa Merci, Confindustria Mantova, Politecnico di Milano – Polo territoriale di Mantova e Provincia di Mantova.

Obiettivo generale
Incentivare e qualificare il raccordo università/impresa, nella prospettiva di un impiego sempre più produttivo delle competenze costruite in ambito universitario e che valorizzi le economie dei territori con una sempre maggiore diffusione, nelle imprese, degli elementi di innovazione di cui tali professioni sono portatrici sul piano dello sviluppo di nuovi prodotti e processi.

Obiettivi specifici

  • Identificare 30 giovani laureati, dottorandi e/o dottori di ricerca in ingegneria, da inserire in rete attraverso procedure di approfondimento e analisi delle competenze, ai fini di un possibile inserimento in azienda;
  • Identificare 50 imprese che possono giovarsi dell’inserimento in azienda di laureati, dottorandi o dottori di ricerca in ingegneria, con le quali approfondire l’analisi del fabbisogno di competenze e accertare le intenzioni d’investimento in innovazione al fine di scegliere i contesti più promettenti;
  • Consentire a 15 giovani laureati, dottorandi e/o dottori di ricerca in ingegneria di realizzare una concreta esperienza in azienda, mettendo alla prova le proprie competenze in prospettiva innovativa e di sviluppo della competitività aziendale;
  • Dotare 15 imprese mantovane dei contributi ad alto profilo di competenza di laureati, dottorandi o dottori di ricerca in ingegneria, per favorire lo sviluppo d’idee innovative potenzialmente in grado di sostenerne la competitività;
  • Costruire un modello d’inserimento in impresa di figure ad alto profilo, calibrato sulle esigenze locali e gestibile attraverso un impiego coordinato e integrato degli strumenti d’analisi del contesto e di raccordo tra università e impresa disponibili sul territorio, rafforzandone e strutturandone la collaborazione in una solida e stabile partnership.

Si identifica inoltre l’eventualità, qualora se ne ravvisassero l’opportunità e la possibilità, di potenziare il numero dei giovani e delle imprese coinvolti nella concreta realizzazione dei tirocini attraverso un incremento del cofinanziamento camerale e/o un cofinanziamento delle stesse imprese coinvolte.

Descrizione delle attività
L’intervento si articola in cinque tappe:

  • identificazione delle candidature, gestita da Politecnico di Milano – sede di Mantova, PromoImpresa–Borsa Merci e MAIN, con riferimento a 30 laureati in ingegneria e a 50 imprese che siano disponibili e interessate a ospitarli, potendo giovarsi del loro contributo;
  • analisi delle candidature, da gestire tramite una collaborazione istituzionale tra la società Unimpiego (società accreditata di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro del sistema di Confindustria) e PromoImpresa–Borsa Merci, insieme con Fondazione Università di Mantova e MAIN. L’analisi implica l’approfondimento e l’articolazione nel merito dell’esigenza manifestata dalle aziende, nonché una verifica circa la sua possibilità di investire in innovazione e sviluppo e circa il fabbisogno di competenze utile allo scopo. Saranno inoltre accertate: a) la disponibilità delle aziende a una futura assunzione del tirocinante, essendo soddisfatti gli essenziali criteri di qualità dell’inserimento, verificabili in itinere (criterio base); b) la possibilità di definire a monte la forma di contratto prevista per l’assunzione (criterio preferenziale).
  • matching domanda/offerta di competenze per la concreta attivazione dei tirocini, a cura di un ricercatore del MAIN identificato allo scopo e in grado di costruire con l’impresa un programma formativo e d'impiego del tirocinante – da condividere con quest’ultimo – che ne massimizzi il potenziale innovativo e favorisca il trasferimento di competenze nel contesto operativo;
  • accompagnamento e tutoring dell’esperienza di tirocinio, realizzati da MAIN e  PromoImpresa–Borsa Merci con riferimento a: gestione concreta delle borse di tirocinio; sostegno dell’impresa nel monitoraggio dell’andamento del rapporto con il tirocinante e nell’ipotesi di programmarne il possibile sviluppo (accesso a voucher innovazione, a dote tirocinio, ecc.), comunque da finalizzare all’assunzione; emersione di eventuali esigenze formative specifiche, ossia di aree di ulteriore investimento nate dalla specificità dei compiti da affrontare in impresa o dallo scarto tra competenze in possesso del tirocinante ed esigenze aziendali che inevitabilmente si verifica a prescindere dalla qualità del matching;
  • valutazione e modellizzazione dell’esperienza, affidate a Fondazione Università di Mantova e trasversali alle attività descritte ai punti precedenti, orientata a definire procedure e modalità di raccordo operativo tra i partner di progetto implementabili come prassi corrente, anche successivamente alla chiusura dell’esperienza di cui si propone qui l’attivazione.


Risultati attesi

  • incremento dell’esperienza in impresa detenuta da 15 giovani laureali in ingegneria, rilevante anche ai fini della loro occupabilità formale;
  • 15 esperienze di raccordo tra sistema universitario e sistema produttivo ai fini di costruzione, affinamento, consolidamento e d’impiego produttivo di competenze di alto profilo, che colga esigenze e interessi specifici dei neolaureati e del sistema produttivo locale e incrementi le possibilità di sviluppo e crescita innovativa delle imprese;
  • modello di intervento interistituzionale spendibile e sostenibile sul territorio mantovano oltre la durata del progetto, nonché generalizzabile ad altri territori


Attività a breve
A seguito della definizione delle procedure di analisi delle autocandidature e di accompagnamento all’inserimento lavorativo, si procede alla promozione dell’opportunità per raccogliere neo laureati e imprese interessati al percorso. Si promuove quindi l’adesione di:

  • 30 giovani laureati, dottorandi e/o dottori di ricerca in ingegneria, da inserire in rete attraverso procedure di approfondimento e analisi delle competenze, per un possibile inserimento in azienda;
  • 50 imprese potenzialmente in grado di giovarsi dell’inserimento in azienda di laureati, dottorandi o dottori di ricerca in ingegneria, con le quali approfondire l’analisi del fabbisogno di competenze e accertare le intenzioni d’investimento in innovazione.


Riferimenti:
Promoimpresa–Borsa Merci
E-mail: info@networkdellecompetenze.it

 

Data di redazione: 13/10/2014

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]