Boomerang

Boomerang

Boomerang

Il progetto Generazione (BOOM)erang - Progetto di comunità per sostenere la crescita, investire nell’autonomia e sognare la felicità dei giovani del Secondo Millennio è stato un progetto triennale (2017/2020), presentato sulla terza edizione del Bando di Fondazione Cariplo dal capofila Consorzio Solidarietà Mantova per investire sui giovani del distretto sociale di Mantova al fine di promuoverne l'autonomia lavorativa, abitativa ed economica.

Partner di progetto erano, oltre a PromoImpresa-Borsa Merci: Sol.Co. Mantova, Arci Mantova, Liceo Scientifico Statale “Belfiore”, Centro di Servizio per il Volontariato Mantovano, Alce Nero.

Le azioni progettuali in capo a PromoImpresa-Borsa Merci erano:

  • Verso il futuro 3.0. Un orientamento del “fare” maker: rivolto a due target distinti, ossia agli studenti degli Istituti attivi nel Comune di Mantova frequentanti il primo biennio (I e II classi), tra i quali è statisticamente più probabile emergano problemi di adattamento alle logiche scolastiche e dubbi circa la scelta formativa compiuta, con conseguenti più alte percentuali di abbandono e più gravi rischi di dispersione[1], e alle IV classi, i cui studenti sono prossimi alla scelta post-diploma (universitaria o lavorativa). sono stati attivati: 1) n° 10 moduli di lavoro sul maker movement di 8 ore ciascuno (ciascun modulo, affidato alla conduzione di una figura esperta in digital fabrication); 2) n° 10 edizioni di un pacchetto di moduli FabLab Accademy tarati per studenti di scuola media superiore di 20 ore ciascuno (realizzati con il supporto di una figura esperta in digital fabrication eventualmente accompagnata da una figura junior (animatori 3.0) -la raccolta delle manifestazioni d’interesse e l’organizzazione integrata dell’iniziativa sarà affidata alle due figure junior (animatori 3.0) impegnate trasversalmente anche in altre azioni del progetto; 3) la realizzazione 10 moduli di approfondimento di 8 ore ciascuno in presenza per i gruppi coinvolti dall’attività descritta al punto precedente presso il Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità presso l’Istituto d’Istruzione Superiore S. G. Bosco di Mantova;
  • Costruzione e sperimentazione di integrazioni funzionali tra rete territoriale degli hub, Osservatorio Territoriale del Fabbisogno di Competenze e Network delle Competenze. L’azione prevedeva due fasi di attuazione, da realizzare nel corso di due edizioni annuali dell’Osservatorio: la prima a valenza sperimentale e la seconda mirata alla modellizzazione delle soluzioni adottate e al loro consolidamento. Comprendeva:
  1. la costruzione condivisa, la sperimentazione, la modellizzazione e il consolidamento di procedure e strumenti strutturati di raccordo tra Osservatorio Territoriale del Fabbisogno di Competenze, Osservatorio del Fabbisogno Territoriale di Spazi Co-working e rete degli hub;
  2. l’adeguamento mirato, su questa base, degli strumenti di rilevazione dell’Osservatorio, sul piano dei contenuti e dei supporti digitali di gestione;
  3. l’adeguamento mirato, sempre su questa base, degli strumenti di restituzione dell’informazione, aggregata e referenziata, generata dall’Osservatorio;
  4. la conseguente revisione e l’adeguamento condiviso dei supporti digitali di gestione dell’informazione e del raccordo tra Osservatorio, rete territoriale degli hub, singoli hub e rete delle imprese coinvolte nella collaborazione con gli hub.
  • Start up di nuove imprese, che prevede servizi di accompagnamento per lo start up d’impresa o di nuove aree di impresa, con l’emanazione di un possibile bando, tesi a sostenere, attraverso l’erogazione servizi e contributi diretti per un minimo di 10 progetti già prototipati, sperimentati e modellizzati
  • Sviluppo dell'economia collaborativa per il lavoro e l'innovazione, che comprende:
  • L’attività di governance;
  • L’attivazione di tirocini della durata di 3 mesi finalizzati alla costruzione condivisa di progetti per la costruzione e/o lo sviluppo degli spazi e dei servizi coworking con una borsa mensile.

Fab Camp 2018

Cinque settimane all’insegna delle tecnologie e del patrimonio culturale con Fab Camp 2018. Dall’11 giugno al 13 luglio 2018, presso la sede mantovana del Politecnico di Milano, si è tenuto un campus interamente dedicato alle nuove tecnologie e al patrimonio culturale.

Dalla stampa 3D ai droni, dalla modellistica alla programmazione elettronica, 6 corsi in cinque settimane rivolti ai giovani studenti delle Scuole superiori di II grado e dei Centri di Formazione Professionale di Mantova e provincia:

  • Riprodurre gli oggetti in tre dimensioni. La scansione e la stampa 3D per il patrimonio culturale.
  • Matematica computazionale e STEM. Scienza, tecnologia e cultura.
  • Il volo dei droni. Il patrimonio culturale visto dall’alto.
  • Leggere i sensori con Arduino. Monitorare un ambiente.
  • Modellistica for dummies. Costruire l’architettura attraverso il modello.
  • Videoproiezione architetturale e videomapping. Proiettare sull’architettura.

Progetto chiuso